SJBP

L’accoglienza che si fa dono ...
 
 
Canterò in eterno l’amore del Signore” (Sal 88) … perché il 25 aprile, Festa di San Marco evangelista, ci ha donato la grazia, di accogliere nella nostra casa generalizia gli studenti del Corso di Formazione del Carisma della Famiglia Paolina 2016-2017, e condividere in fraternità e gioia il carisma paolino, dono dello Spirito “per rinnovare ed edificare la Chiesa” (LG 12).
 
Nei tre momenti vissuti insieme con semplicità, abbiamo fatto esperienza della bellezza della Parola condivisa attraverso la spiegazione che sr Marta Finotelli, nostra Superiora generale, ha fatto del mosaico della nostra cappella, realizzata da P. Marko Rupnik e dagli artisti dell’Atelier del Centro Aletti. 
 
 
 
 

Le suore Pastorelle, con i membri della Famiglia Paolina e la comunità cristiana della Montagnola, sabato 6 maggio - ore 18.00, celebreranno la festa di Gesù buon Pastore nella solenne Liturgia Eucaristica, presieduta da don Luigi Razzano, scultore della statua del bel Pastore, situata nel giardino della Casa Generalizia delle suore Pastorelle. La celebrazione avrà luogo nella Chiesa di Gesù buon Pastore – Montagnola, a Roma.

Il Cristo Bel Pastore è caratterizzato da un movimento in avanti, come a curvarsi sul mondo e sull’umanità, rappresentata dal ragazzo che porta sulle spalle. Il soccorso, l’accoglienza e il perdono si concentrano tutto nel gesto delle mani di Cristo. Tutto avviene all’altezza del seno, come a voler ricreare il peccatore pentito. Questa gestualità delle mani evoca l’amore paterno e materno di Dio. La ricerca della pecora porta Cristo a scendere fino agli Inferi, simboleggiata dalla croce sul mondo. Uno dei piedi di Cristo poggia sul nord del mondo, come a voler dire che egli è la stella polare, che orienta tutto il creato a diventare in Cristo e con Cristo un tutt’uno con Dio Padre. (Don Luigi Razzano)

 Download del poster

Sabato primo aprile, alla vigilia della V domenica di Quaresima, mentre la liturgia ci invitava a guardare a Gesù, il Bel Pastore, che richiama alla vita l’amico Lazzaro (Gv 11), abbiamo avuto la gioia di vivere un momento molto significativo per noi Pastorelle, nella casa generalizia, alla presenza di più di centrotrenta persone.

Dopo la celebrazione dei Primi Vespri, presieduti dal Card. Luis Antonio Tagle (Arcivescovo di Manila – Filippine e presidente della Caritas internazionale), è stata benedetta la statua del Bel Pastore, posta davanti alla nostra casa generalizia. Erano presenti P. Marko Rupnik (gesuita, teologo e padre spirituale, direttore del Centro studi e ricerche “Ezio Aletti”), Mons. Angelo De Donatis (vescovo ausiliare della diocesi di Roma) e don Luigi Razzano (artista dell’Atelier del Centro Aletti), che ha realizzato l’opera marmorea. Per l’occasione sono venute diverse Pastorelle, fratelli e sorelle della Famiglia Paolina, tra cui il superiore generale della Società San Paolo, don Valdir De Castro, alcuni membri dell’Atelier del Centro Aletti, collaboratori, amici e benefattori. Tre sono stati gli interventi che hanno permesso di comprendere il senso profondo della statua.

Leggi tutto...