Un pieno di vita Apostolina quella che abbiamo celebrato lo scorso 8 settembre presso la Casa Madre di via delle Mole a Castel Gandolfo. Presieduta da don Valdir De Castro, Superiore Generale della Società San Paolo, la Celebrazione Eucaristica ha visto protagoniste sr Maddalena Verani e sr Nazarena De Luca che hanno festeggiato 60 anni di professione; sr Imelda Mondin che ha giubilato i 50 anni di professione e sr Giulia Antonazzo che ha emesso la sua prima professione religiosa. Il tutto "abbracciato" dai 60 anni compiuti dall'Istituto stesso, 60 anni da quando il beato Giacomo Alberione ci ha affidato l'incarico di "vivere e consumare la vita per le vocazioni", per tutte le vocazioni!
Con sincerca gratitudine per le sorelle maggiori che da 60 anni testimoniano e vivono fedelmente la vocazione apostolina, a sr Giulia che ha appena indossato l'abito "vocazionale", passando per ciascuna delle sorelle che anno dopo anno, un 8 settembre dopo l'altro, rinnovano l'offerta della propria vita a servizio della Chiesa perchè ciascuno possa cercare, scoprire, trovare e perseverare nella propria vocazione. 
Un grazie affettuoso a tutti coloro che hanno potuto e voluto condividere con noi questa grande festa: numerosa e calorosa la partecipazione della Famiglia Paolina, delle nostre famiglie, degli amici e dei collaboratori apostolici. Insieme con tutti voi, e per tutti voi, ringraziamo Dio e ci impegnamo nel nostro apostolato: far incontrare l'uomo con il Dio che chiama!
Guarda le fotografie

Il 28 agosto scorso, presso la cappella delle Figlie di San Paolo a Seoul, si è tenuta l’Eucaristia in occasione dell’ordinazione presbiterale di don Bruno Kang, presieduta dal Vescovo ausiliario di Seoul, Mons. Pietro Jeong.
Tutti i partecipanti alla celebrazione, i parenti e gli amici di don Bruno nonché i membri dei nove rami della Famiglia Paolina in Corea, hanno goduto di questo dono di Dio, reso particolarmente significativo in questo Anno vocazionale di Famiglia paolina.
 
El pasado 19 de agosto del 2019 en el templo de San pablo, apóstol, en la ciudad de Bogotá, Colombia, se celebró la Eucaristía por la Profesión Perpetua de Gerzon Fabián Medina Ariza. La ceremonia fue presidida por provincial de nuestra comunidad, Padre Danilo Medina Leguizamón, concelebrada por los cohermanos paulinos sacerdotes y acompañada por los miembros de la Familia Paulina, jóvenes en convivencia vocacional, familiares y amigos de Gerzon.
 
Durante la lectura proclamadas (Ga1,13-24; Sal 33; Mt 19,16-22) en ese día se recordó que la vocación está siempre enraizada, se comprende y cobra siempre sentido en Jesús Maestro, quien llama por pura gracia y misericordia a vivir y comunicar el Evangelio. Un llamado que implica una entrega generosa, de fidelidad y servicio, alimentada por la Palabra de Dios y la Eucaristía para que dé frutos abundantes, ya que si no está unido a Jesucristo es difícil profundizar y enriquecer ese don que Dios otorga por medio del Espíritu Santo. Además, el padre Danilo Medina, en medio de homilía, subrayó que Jesucristo siempre está con nosotros, dándonos la fuerza para seguir y avanzar con ánimo en esta vocación de la vida consagrada; pero esto implica una verdadera vivencia con el Maestro Divino, en dejarnos formar por su gracia, porque si no somos dóciles a su Palabra nos sucederá como el joven rico que por poner su confianza en su riqueza le fue difícil seguir a Jesús. Sin embargo, el ejemplo de san Pablo nos muestra lo opuesto del joven rico, nos enseña el significado de seguir a Jesucristo, lo cual implica una adhesión total en vivir siempre la voluntad de Dios, amándolo con todo el ser para que sea la mayor riqueza que podamos poseer y dar a los demás.
 
Al final de la celebración, fue leído el mensaje del Superior general, padre Valdir José de Castro, que le dirigía al profeso perpetuo. Seguidamente, el clérigo Gerzon dirige unas palabras de agradecimiento y expresa el valor profundo que tiene la oración en la vida religioso como lo manifestaba el padre Alberione: “La oración antes que todo, sobre todo, vida de todo”.
 
Ao entardecer do sábado, 17 de agosto, vigília da Solenidade da Assunção de Nossa Senhora, os Paulinos do Brasil celebraram, com gratidão e alegria, a primeira profissão religiosa de Rodrigo Moura de Oliveira. Rodrigo emitiu os votos de pobreza, castidade, obediência e fidelidade ao Romano Pontífice nas mãos do Superior Provincial, Padre Claudiano Avelino dos Santos.
 
A celebração eucarística, realizada na Paróquia Santo Inácio de Loiola (dos Padres e Irmãos Paulinos, em São Paulo-SP), contou com a presença da Família Paulina, familiares e amigos de Rodrigo. A assembleia vivenciou intensamente o rito de consagração a Deus do jovem Paulino. Não faltaram momentos de emoção!
 
Em sua homilia, o Superior Provincial destacou que, “a exemplo de Maria, Rodrigo passar a ser todo de Deus. No entanto, ser totalmente de Deus não significa estar longes das pessoas. Ao contrário, a consagração religiosa paulina impulsiona sempre a ir ao encontro de todos os que necessitam e esperam a Palavra de Deus”. Durante a reflexão, foram citadas muitas palavras do Bem-aventurado Tiago Alberione, fundador da Família Paulina, sobre a consagração religiosa e a formação. Recordando o Papa Francisco, Padre Claudiano frisou a importância da fé para o apostolado dos Paulinos e para a Igreja: “sem a fé, podemos nos tornar uma ONG entre tantas que já existem”, reforçou.
 
No final da celebração, foi lida a mensagem enviada pelo Superior Geral dos Paulinos, Padre Valdir José de Castro. Além da grande alegria da primeira profissão religiosa e da Solenidade da Assunção de Maria, Padre Valdir recordou o Ano Vocacional da Família Paulina (2019-2020) e o dia da Vida Religiosa Consagrada (No Brasil, por ocasião do mês vocacional). O Superior Geral agradeceu a Deus o dom da vocação de Rodrigo, cumprimentou seus familiares e os confrades da Província do Brasil e desejou que o neoprofesso seja um verdadeiro Paulino, atento às necessidades das pessoas de nosso tempo, evangelizando com audácia e alegria na cultura da comunicação.
 
Em seus agradecimentos, Rodrigo recordou todas as pessoas que ajudaram em sua caminhada vocacional: família, párocos, formadores, irmãos de Congregação e amigos. Agradeceu a inesquecível etapa do noviciado vivida na Itália, nas raízes carismáticas da Família Paulina. Finalizou citando o Bem-aventurando Tiago Alberione: “Entra-se no noviciado como bons cristãos para sair religiosos. Uma verdadeira transformação de mente, coração, hábitos, vontade. Muda-se o estado. É o ano mais importante da vida”.
 
Terminada a celebração, toda a assembleia seguiu para a FAPCOM (Faculdade Paulus de Comunicação), onde ocorreu descontraída e alegre confraternização. Rodrigo exercerá seu apostolado como Paulino na área de produção gráfica da Editora Paulus.
 
Father Robert Hospodar was born on December 3, 1952 in the city of Hazleton, Pennsylvania. He completed his high school program at Michael Power Catholic School in Toronto, Ontario, Canada. It was there, as a student of the Basilian Fathers, that he became interested in the priestly life. After graduating from high school, he attended college at Saint Peter Seminary, London, Ontario, Canada, and completed theological studies at Saints Cyril and Methodius Seminary, Pittsburgh, USA. He was ordained as a priest on May 14, 1978. Following a year of pastora! work, he entered graduate studies in canon law at The Catholic University of America, Washington, D.C., from 1979-1982. In addition to parish and chancery assignments 1982-2018, Father Robert taught Sacred Scripture in the Spiritual Development Program of the Archdiocese of New York, 1991-1998. In July 2018, Father Robert accepted the invitation of Cardinal Dolan to serve as the Promoter of Justice for the Archdiocese of New York. Father Robert is a novice in the Jesus Priest Institute of the Pauline Family.
Dal 5 al 10 agosto 2019 si è tenuto a Seoul un Corso sul Carisma Paolino, gestito dal Centro di spiritualità paolina in Corea. I 20 membri della Famiglia Paolina che vi hanno partecipato - Paolini, Figlie di San Paolo, Pie Discepole e membri dell’Istituto Santa Famiglia - sono stati motivati dal vivo desiderio di rinnovare lo spirito paolino e lo zelo apostolico nella loro vita. I Paolini coreani auspicano che il corso possa contribuire alla crescita non solo dei consacrati della Famiglia Paolina ma anche di tutti i laici coreani che condividono la nostra spiritualità.
 

Il 21 luglio 2019, le sorelle delle comunità delle Figlie di San Paolo di Roma, Via Antonino Pio e dintorni, insieme alla Superiora generale sr Anna Maria Parenzan e alla Superiora provinciale sr Annunciata Bestetti, si sono strette attorno a sr Maria Lorenzina Guidetti per festeggiare i suoi 100 anni di vita. La celebrazione eucaristica è stata presieduta da don Valdir José De Castro, Superiore generale della Società San Paolo.  

Sr Maria Lorenzina GuidettiSr Maria Lorenzina ha raggiunto questo importante traguardo mantenendo intatta la sua umanità, la vivacità di pensiero, l’interesse per gli altri, l’apertura all’amicizia, l’arguzia e la spontaneità nel comunicare ciò che vibra nel suo cuore. Tutto questo sgorga ed è continuamente alimentato dalla preghiera quotidiana, che nel tempo è diventata un rapporto sempre più intimo e profondo con Gesù, il suo unico Signore. 

Nel lunghi anni trascorsi nella Congregazione, dove è arrivata nella giovane età di 12 anni, ha svolto vari servizi apostolici in Italia e all’estero. Ricordiamo in particolare la direzione della rivista Così, un settimanale per giovani ragazze, nata a Roma nel 1955 per espresso desiderio del Fondatore, il beato Giacomo Alberione.

Il suo cuore si è veramente fatto universale negli anni trascorsi in Francia, India, Filippine, Stati Uniti, Inghilterra, Australia, donando se stessa nella gratuità per comunicare nella gioia l’amore del Padre per tutti. E anche in questi ultimi anni ha continuato a condividere con entusiasmo, soprattutto con le giovani generazioni, la bellezza della vocazione, il suo rapporto libero e filiale con sr Tecla Merlo, cofondatrice delle Figlie di San Paolo, il suo cuore missionario, irradiando sempre positività e apertura al futuro.

La Superiora Provinciale le ha espresso la gratitudine di tutte le sorelle della Provincia e della Congregazione con parole colme di affetto: «Grazie, sr Lorenzina, perché continui ad essere per noi un dono. Grazie perché ci stai insegnando il valore del distacco e dell’amore puro, che è essenzialmente preghiera, offerta, sorriso, accoglienza umile di ciò che la vita ci offre. Grazie perché sei semplicemente Paolina: sei un cuore che arde perché il bene, il bello, il buono si diffonda nel mondo e cresca la fiducia nel Padre Celeste, la civiltà dell’amore, la cultura dell’incontro. Grazie al Signore perché ci sei! Sentiti abbracciata da tutte noi».

Ravviva il dono di Dio che è in te!
(cf 2Tm 1,6)

 

È questo l’invito che ha animato l’iniziativa nuova degli Esercizi Spirituali per gli “Under60” delle cinque Congregazioni religiose della Famiglia Paolina, che ha visto alcuni membri riunirsi ad Ariccia dall’1 al 7 luglio 2019.


Un’esperienza all’insegna della novità, ma nella continuità della tradizione. Abbiamo, per questo, seguito il cammino proposto quest’anno per gli ES di FP con una rispettosa creatività.

 

Leggi tutto...

 

 

Con mucha alegría les compartimos que el día domingo 7 de julio de 2019, el Instituto Nuestra Señora de la Anunciación de Argentina, celebró la profesión de PRIMEROS VOTOS de Lucrecia Caglieris. Fue una gran fiesta de gozo para ella, para el Instituto y para toda la Familia Paulina en este Año Vocacional.
La celebración fue dentro del Seminario de Espiritualidad Paulina para Anunciatinas (SEPA), que se llevó a cabo en la Casa de Oración “Timoteo Giaccardo”, de las Hermanas Discípulas del Divino Maestro (pddm), entre los días 6 y 9 de julio 2019. El tema del Seminario fue “San Pablo, inspirador y modelo”. El padre Aderico Dolzani, ssp, estuvo presente representando al delegado provincial.

La celebración de la Eucaristía de la fiesta se realizó en la capilla de la Casa de Oración, de manera muy íntima y fraterna, con la presencia de las anunciatinas, las hermanas Discípulas del Divino Maestro (pddm) y quien presidió fue el padre Aderico Dolzani, ssp. Lucrecia, quien es oriunda de la provincia de Santa Fe, Argentina, pronunció sus primeros votos en el Instituto con mucha alegría, mucha emoción y con mucha fe. Luego realizamos un pequeño festejo/almuerzo, de una manera tan acogedora y fraterna como siempre las hermanas Discípulas saben preparar.Todos juntos, en este Año Vocacional, dimos gracias a Jesús Maestro, a nuestra Madre, Maestra y Reina de los Apóstoles, y a san Pablo Apóstol, por este gran regalo para toda la Familia Paulina.   

Il 30 giugno, per le Figlie di San Paolo di Lubumbashi, è stato un grande giorno di festa. Nell’anno vocazionale della Famiglia Paolina, il Signore ha permesso che quattro laici, Micheline, Yvonne, Donald e Pierre, dopo anni di formazione, si impegnassero nell’Associazione Cooperatori Paolini.

Hanno partecipato alla Messa, celebrata da don Blanchard Makanga Mfidja della Società San Paolo, rappresentanti di tutti gli Istituti della Famiglia Paolina presenti a Lubumbashi, oltre a tanti fedeli, parenti e amici.

Ricordando gli orientamenti di Don Alberione ai nuovi Cooperatori, il celebrante li ha invitati ad essere santi, a diffondere la Parola di Dio, ad essere pienamente impegnati nelle loro parrocchie, senza dimenticare di imitare Don Alberione, Maestra Tecla e Madre Scolastica che hanno donato la vita per la diffusione del Vangelo nel mondo, missione a cui anche loro hanno aderito diventando Cooperatori Paolini.

 

 

Pág. 1 de 87