SSP Italia: + Fratel Giovanni Capriani

by Stefano Stimamiglio, SSP on 10 Marzo, 2020

Alle ore 12.15 di domenica 8 marzo 2020, 2^ settimana di Quaresima, ha terminato la sua vita terrena nella comunità “Timoteo Giaccardo” di Roma, il nostro Discepolo del Divin Maestro

FRATEL GIOVANNI CAPRIANI
82 anni di età, 32 di vita paolina, 30 di professione religiosa

Uomo mite, fedele, umile, riservato, obbediente, dedito all’apostolato paolino, innamorato di Gesù. Non servono molte parole per delineare il tratto umano e spirituale di fratel Giovanni. Nasce a Caprino Veronese, in Provincia di Verona, il 3 luglio 1937. Da giovane è vicino all’opera di don Calabria a Verona, dove è per qualche tempo assistente dei ragazzi. Terminate le scuole medie frequenta vari corsi di istruzione professionale in contabilità e, successivamente, un corso di formazione per agenti e rappresentanti di commercio.

Ben presto conosce l’apostolato paolino da vicino perché viene assunto ancor giovane nella SAIE, Società Azionaria Internazionale Editrice, realtà apostolica fondata nel 1954 a Torino da Don Giacomo Alberione per divulgare – nella prospettiva di “parlare di tutto cristianamente” – le grandi opere della cultura enciclopedica alle famiglie attraverso il canale di vendita porta a porta. In questa società ha sempre lavorato a stretto contatto con gli agenti di vendita, viaggiando molto per l’Italia.

Si consacra nell’Istituto San Gabriele Arcangelo, aggregato alla Società San Paolo, l’11 agosto 1966 e sei anni dopo, nel 1972, emette la professione perpetua. Nel 1988, dopo un periodo di discernimento, con una lettera al Superiore provinciale chiede di entrare nella Società San Paolo come Discepolo. «È un desiderio che mi ha accompagnato nella mia vita e che in parte ha avuto il suo compimento nella consacrazione secolare come Gabrielino», scrive. Dopo un breve periodo di formazione a Torino, il 7 settembre 1989 entra nel noviziato di Albano Laziale. Un anno dopo, l’8 settembre 1990, emette la prima professione, che conferma in perpetuo tre anni dopo. Trent’anni di vita paolina lo hanno visto protagonista fino al 1998 a Torino, ancora alla SAIE, e poi per brevi periodi a Genova, Bari e Tor San Lorenzo, sempre impegnato nei servizi comunitari. Dal 2001 al 2012 è nella comunità di Roma – San Paolo, dove presta la sua opera nel magazzino. Nel 2012, per l’aggravarsi progressivo della malattia di Alzheimer, si trasferisce nell’infermeria di Roma, dove, ormai provato dal lunghissimo allettamento, ha reso la sua anima a Dio.

 

Roma, 9 marzo 2020

Don Stefano Stimamiglio, ssp
Segretario generale


Il funerale di fratel Giovanni avrà luogo martedì 10 marzo 2020 alle ore 9 (ora locale) nella Sottocripta del Santuario Regina degli Apostoli di Roma. La sua salma sarà poi tumulata nella tomba di famiglia a Pesina di Caprino Veronese (Verona, Italia).

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITAESPENG

Read 134 times

 
  • Mar.31
    PDDM Italia: + Sr. M. Santina Fumagalli Carissime Sorelle, Oggi, 30 marzo 2020, alle ore 05:00, di buon mattino quando era ancora buio, nella Comunità DM di Cinisello Balsamo (MI) presso la RSA “Gesù Maestro”, il Signore Gesù ha trovato pronta per la Pasqua eterna la sua discepola e nostra sorella SR. M. SANTINA - ARNALDA FUMAGALLI nata il 16 Novembre 1936 a Sirtori (CO) - Italia. Nella solennità dell’Immacolata, l’8 dicembre 1958, all’età di 22 anni, Arnalda entra ad Alba (CN) nella Congregazione delle Pie Discepole del Divin Maestro lasciando la sua famiglia in cui è cresciuta educata ai valori umani e religiosi che l’hanno orientata ad ascoltare profondamente il suo desiderio di consacrarsi totalmente a Dio, nella preghiera e nel servizio. È la più piccola di sei figli e porta con sé, in dote, l’educazione cristiana, il senso di responsabilità e un’intelligenza pratica che l’aiuterà a contribuire all’edificazione delle comunità, ovunque e sempre. Già esercita il mestiere di sarta e quindi, oltre al corredo, porta con sé la macchina da cucire orientando al meglio l’esperienza già acquisita. Compiuta la formazione iniziale emette la Professione religiosa a Roma il 7 maggio 1961 e i voti perpetui il 7 maggio 1966 sempre a Roma. Alla vigilia della Professione religiosa scrive alla superiora generale di essere “disposta ad accettare qualsiasi ufficio” e “Se il Signore vuole sarei contenta di essere: Missionaria”. Così durante il periodo dei voti temporanei è destinata a Lisbona in Portogallo (1963 – 1965) dove si occupa del laboratorio di cucito. Rientrata a Roma accetta…
    Read 24 times
TOP