ITA

Ieri, alle 9:30 (ora locale), allo Staten Island University Hospital, è tornato al Padre il nostro fratello Discepolo del Divin Maestro FR. CHARLES RICHARD BRUNNER, 69 anni di età, 54 di vita paolina, 48 di professione religiosa.
Fr. Richard, il cui nome di battesimo era Charles, nacque nella città di Erie (Pennsylvania) il 17 dicembre 1944, in piena Seconda guerra mondiale. Entrò nella Società San Paolo il 10 settembre 1959, nella comunità di Derby. Al termine dei due anni di noviziato, compiuto a Canfield (1963-1965), emise la prima professione religiosa l'8 settembre 1965, assumendo in tale circostanza il nome di Richard. Terminata la formazione, emise la professione perpetua, sempre a Canfield, il 23 agosto 1970. 

 

Lunedì 30 giugno, Solennità di San Paolo Apostolo, la Famiglia Paolina si è raccolta numerosa alle 17.00 nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura con la Comunità monastica benedettina per onorare insieme l'Apostolo delle Genti con la celebrazione dei Vespri e dell'Eucaristia i cui testi sono stati tratti dal "Proprio della Famiglia Paolina". Don Alberione ispirandosi alla tradizione liturgica monastica della Basilica volle indicare il 30 giugno, il giorno dopo la Solennità dei SS. Apostoli Pietro e Paolo, come la data ufficiale della festa dell'Apostolo Paolo, Patrono della Famiglia Paolina, Titolare della Società San Paolo e titolare della Pia Società Figlie di San Paolo.

La solenne Eucarestia, presieduta dall'Abate di San Paolo, Edmund Power OSB, è stata introdotta con un breve saluto dal Superiore generale ssp don Silvio Sassi: tra i concelebranti il Superiore Provinciale d'Italia don Vincenzo Marras, numerosi sacerdoti paolini e Padri benedettini dell'Abbazia.
Nel 40° di fondazione (<<S. Paolo>>, Luglio-Agosto 1954) don Alberione scrive: <<La riconoscenza più viva va a San paolo apostolo, che è il vero fondatore dell'istituzione. Infatti, egli ne è il padre, maestro, esemplare, protettore. Egli si è fatta questa famiglia con un intervento così fisico e spirituale che neppure ora, a rifletterci, si può intendere bene; e tantomeno spiegare>> (CISP 147)

INTRODUZIONE DEL SUPERIORE GENERALE (Don Silvio Sassi)

In quest'anno del Centenario, la Società San Paolo della Regione Congo ha vissuto un momento di grande gioia e di grazia nella festa della Regina degli Apostoli, sabato 7 giugno. Quasi tutti i paolini di Kinshasa e numerosi rappresentati della Famiglia Paolina, sono arrivati a Boma, città portuale a circa 500 km dalla capitale, per l'ordinazione presbiterale del loro confratello Guylain Mabiala Nlenzo. La parrocchia della Cattedrale, come tutta la diocesi di Boma, dove padre Guylain è nato e cresciuto, aveva preparato e organizzato ogni cosa per l'accoglienza degli invitati e per una celebrazione degna, armoniosa e coinvolgente. Il rito – in lingua kikongo e secondo l'ordo proprio della messa zairese – è stato presieduto dal vescovo di Boma, monsignor Cyprien Mbuka, che è anche presidente della Commissione episcopale per la vita religiosa in Congo. Nella sua omelia, monsignor Jean-Basile Mavungu, vicario generale di Boma e autore di varie opere pubblicate dalle edizioni Médiaspaul, ha richiamato la vocazione del prete a servizio della Chiesa-famiglia di Dio e del prete paolino in particolare, appoggiandosi a citazioni appropriate del beato Alberione. 

Pagina 8 di 44