Il giorno 22 aprile, la Famiglia Paolina della Corea ha vissuto un momento particolare, pregando per la pace tra le due Coree, attraverso un pellegrinaggio nella zona demilitarizzata tra Sud e Nord Corea. A questo pellegrinaggio hanno partecipato circa 300 membri della Famiglia Paolina: Paolini, Paoline, Pie Discepole, Pastorelle, Istituto Santa Famiglia, Annunziatine e Cooperatori Paolini.

Il primo fine settimana di marzo 2019 si è svolto a Roma presso la Sede provinciale dei Paolini l’annuale incontro di formazione per gli Juniores dell’intera Famiglia Paolina: un appuntamento atteso e desiderato, un’occasione di incontro, in cui ritrovarsi per approfondire e consolidare le relazioni personali e di Famiglia; un’opportunità di crescita personale, spirituale e di studio, che ha visto rappresentata la quasi totalità delle istituzioni della Famiglia Paolina.

L’incontro è iniziato venerdì 1° marzo nel pomeriggio con alcune attività per “rompere il ghiaccio” e conoscersi. Sabato 2 marzo è stata la giornata più intensa, caratterizzata nella mattina da due relazioni: la prima di stampo biblico, tenuta da don Giacomo Perego ssp, ha affrontato il tema dell’alleanza nell’Antico e nel Nuovo Testamento, prendendo come riferimento la figura di Abramo e l’episodio dei dieci lebbrosi guariti da Gesù nel Vangelo di Luca. La seconda relazione a due voci, quelle di sr. Tosca Ferrante ap e di don Guido Gandolfo ssp, ha alternato la lettura commentata del Patto o Segreto di riuscita e alcune riflessioni di ordine antropologico, stimolando la riflessione sull’importanza del Patto e su come esso nasca dall’esperienza viva del beato Giacomo Alberione e coinvolga ora tutte le dimensioni della vita personale di ciascuno e del nostro carisma comune.

Nel pomeriggio, invece, gli Juniores sono stati invitati a lavorare a gruppi sul testo della lettera di san Paolo ai Galati: cercare le caratteristiche dell’alleanza della fede, mettendole in relazione a quanto ascoltato la mattina, ha portato a profonde e interessanti riflessioni mirate all’attualizzazione e concretizzazione di questi temi. La giornata si è conclusa con un’ora di lectio sul brano di Vangelo del giorno dopo.

Domenica 3 marzo la mattina è stata dedicata a un incontro di condivisione e verifica, che si è rivelato un momento di confronto fraterno ed è emersa a più riprese la soddisfazione generale, sia degli Juniores, sia dei formatori. Altra nota positiva evidenziata da più voci è il carattere di multiculturalità dell’esperienza: molte culture, infatti, erano rappresentate nel gruppo dei partecipanti e ciò ha sicuramente costituito un valore aggiunto. Il tutto si è concluso con la Celebrazione eucaristica, presieduta dal Superiore provinciale ssp don Eustacchio Imperato, nella Sottocripta, e con un pranzo insieme.

I ringraziamenti vanno innanzitutto ai formatori che sono stati in grado di pensare e organizzare questa tre giorni coniugando bene l’altezza della proposta e le esigenze degli Juniores a loro affidati, nonostante il poco tempo a disposizione. Un sentito grazie, inoltre, alla Comunità paolina che ha ospitato tutto il gruppo: la sincera e calda accoglienza è un altro segno della bellezza di essere una Famiglia.

 

Del 16 al 24 de febrero, un grupo de la Familia Paulina y amigos de la misma llevaron a cabo la Misión Bíblica 2019 en la localidad de Sarandí de Navarro, Departamento de Río Negro, en la República Oriental del Uruguay

Los paulinos que conformaron dicha misión fueron el P. Rubén Darío Bergliaffa y el Cl. José Miguel Villaverde, acompañó también la Hna. María de la Paz Carbonari (discípula del Divino Maestro); además de contar con el envío misionero del provincial de esta jurisdicción, P. Martín Dolzani y la oración de toda la Familia Paulina en la Argentina.

Fueron días de mucha bendición, en el que los misioneros compartieron la vivencia de la Palabra de Dios con los pobladores, en su mayoría mujeres y niños (ya que los varones se dedican de sol a sol a las labores del campo). Lectio Divina, oración comunitaria, la celebración eucarística con énfasis en la Liturgia de la Palabra, bendición de hogares y visita a los vecinos fueron algunas de las actividades compartidas con esta porción de Pueblo de Dios. En los últimos días de la misión se sumó el obispo Salto, Mons. Fernando Gil, jurisdicción a la que pertenece dicho pueblo.

El equipo misionero ha sentido en estos días la mano de Dios, recordando con urgencia la oración del Pacto y yendo a las fuentes carismáticas para compartir de la mejor manera posible el carisma paulino, que nace de la Palabra y de la Eucaristía. Ha sido una misión realizada con el pueblo, en un país donde la mayoría de sus habitantes se declara agnóstico o ateo y que exige un mayor testimonio de vida cristiana, lejos de muchos de los signos de religiosidad popular a las que estamos acostumbrados en otros países de América Latina.

En la República Oriental del Uruguay, los Paulinos estamos presentes desde 2013 con una Librería en la ciudad de Montevideo, capital del país y ya editamos e imprimimos una versión del periódico La Liturgia Cotidiana propio para el Uruguay. Se encuentran presentes, con comunidad y apostolado, las Hijas de San Pablo (en Montevideo) y las Pastorcitas (en Paysandú).