La Famiglia Paolina, con una solenne Eucaristia nel pomeriggio del 29 giugno, ha celebrato nella Cattedrale di Myeongdong di Seoul, la chiusura dell’Anno Centenario di fondazione dell’Unione Cooperatori Paolini.

Il celebrante principale don Whang In-soo, nella sua omelia ha affermato: «Non dimentichiamo che il cuore di Cristo è il cuore di San Paolo apostolo, e il cuore di San Paolo apostolo è il nostro cuore. Perciò camminiamo insieme come apostoli».

Durante la Messa, due Cooperatori hanno condiviso la loro esperienza mentre don Han Ki-cheol, responsabile dei Cooperatori della SSP in Corea, ha commentato: «Non solo i sacerdoti o le religiose ma anche il ruolo dei laici è importante per annunciare le parole di Dio al mondo».

Durante tutto l’Anno Centenario i Cooperatori hanno raccolto fondi per regalare la Bibbia a coloro che ne hanno bisogno.

 

 

 

L’Equipe zonale della Famiglia Paolina presente in Lombardia, nel gennaio scorso si era ritrovata unanime e concorde, sull’esempio di quanto già da diversi anni avviene in altre Regioni, sull’opportunità di organizzare anche sul nostro territorio la “Giornata della Famiglia Paolina della Lombardia”. L’appuntamento era stato fissato per l’ultima domenica di giugno a Milano presso l’Auditorium don Giacomo Alberione nella sede della Periodici San Paolo.

L’evento ha avuto luogo proprio Domenica 24 giugno, solennità della Natività di San Giovanni Battista, in una bellissima giornata di inizio estate. L’organizzazione della “Giornata” era stata affidata in questo primo anno alla Comunità di Milano della Società San Paolo.

La partecipazione delle oltre 80 persone presenti è stata fraterna, partecipe, gioiosa. Una festa di famiglia che si è realizzata quest’anno per la prima volta, ma che tutti hanno chiesto di confermare d’ora in poi come un festoso appuntamento annuale.

La “Giornata” si è aperta verso le ore 10,00 con la celebrazione delle Lodi e, a seguire, con la densa e significativa riflessione suggerita da don Vito Fracchiolla, Vicario generale della Società San Paolo, che ha proposto all’attenzione dei presenti proprio il tema “La Famiglia Paolina oggi”, offrendo una lettura prospettica e ricca di spunti. Il Vicario generale ha presieduto anche la solenne Celebrazione eucaristica, durante la quale il Superiore provinciale, don Eustacchio Imperato ha conferito al chierico Giuseppe Lacerenza il ministero del Lettorato.

La giornata si è conclusa con un festoso pranzo fraterno, momento sempre gradito di scambio, di comunione, di condivisione di vita. L’appuntamento prossimo è già fissato per l’ultima domenica del mese di giugno 2019.

 

Il 29 giugno 2018, Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, abbiamo festeggiato anche quest’anno i Giubilei della Famiglia Paolina.

La Cripta della Parrocchia-Santuario dedicata alla Regina degli Apostoli si è riempita alle 9,30 di una folla di festeggiati provenienti da ogni ramo della Famiglia Paolina, accompagnati da tanti parenti e amici, confratelli e consorelle.

Ha presieduto la Celebrazione eucaristia, iniziata come si consueto nella Sottocripta presso l’urna del Fondatore, don Valdir José de Castro, Superiore Generale della Società San Paolo alla presenza delle Superiore Generali. Per l’occasione concelebravano i Sacerdoti festeggiati e, accanto al Generale, don Eustacchio Imperato, Superiore provinciale della Provincia italiana della Società San Paolo e don Francesco Licinio Galati nel suo 70° di ordinazione sacerdotale. Tra i festeggiati un posto particolare per Fratel Francesco Pietro Rossi nell’80° anniversario di professione.

Abbiamo sentito la presenza di Suor Fiorella Schermidori, Pia Discepola del Divin Maestro, che lo scorso anno aveva celebrato il 50° di professione e che ci ha sempre accompagnato dirigendo il Coro. In questa celebrazione il servizio del canto lo ha guidato Suor Livia Sabatti, Figlia di San Paolo, con un coro di famiglia molto convinto e piacevolmente armonioso.