PDDM

Il 10 maggio 2017, il 9° Capitolo Generale delle Pie Discepole del Divin Maestro,
ha eletto

Sr. M. Micaela Monetti

Superiora Generale dell'Istituto
per il sessennio 2017 – 2023

Sr. M. Micaela Monetti è nata a Torino (Italia) il 15 agosto 1955. Entrata tra le Pie Discepole a Roma il 10 febbraio 1975 ha emesso i voti perpetui ad Alba (CN), il 28 ottobre 1984.
Conseguito il baccalaureato in filosofia e teologia all’Istituto Teologico dell’Italia Settentrionale (Milano) ha frequentato l'Istituto Patristico Augustinianum a Roma.
Le sue esperienze apostoliche più significative sono la pastorale giovanile, vocazionale e liturgica. Ha collaborato alla redazione nella rivista liturgica “La Vita in Cristo e nella Chiesa”.
Nel 1999 è stata nominata consigliera provinciale. Ha fatto parte dell’equipe intercongregazionale per lo studio del “Progetto unitario di Famiglia Paolina” e dell’equipe di redazione della Regola di Vita e del Direttorio.
Eletta consigliera generale al 7° Capitolo generale nel 2005, è stata rieletta, per un secondo mandato, nel 2011.

 

Sito del 9°Capitolo Generale PDDM

 

Trent’anni fa, nel 1987, mentre la Chiesa, con i primi Vespri, entrava liturgicamente nella solennità dell’Annunciazione del Signore, a Sanfrè, Madre Maria Scolastica, dopo aver accolto le sorelle della comunità che, dalla cappella erano passate nella sua piccola camera, alle 19,15 entrava per sempre nella gioia del suo Signore.
In questi trent’anni Madre Scolastica ha dato prova di come la sua presenza continui ad essere molto viva nella “sua Famiglia” e in mezzo alla gente di tutti i continenti: con il sorriso e l’amore ormai parla tutte le lingue e la sua tenerezza apre molti cuori alla confidenza, a chiedere la sua intercessione. .
Nel 1987 si era alla vigilia del 4° Capitolo generale delle Pie Discepole del Divin Maestro. Ora siamo nell’imminenza del 9° Capitolo, nel quale la partecipazione di Madre Scolastica sarà certamente molto attiva nel preparare “gli otri nuovi per il vino nuovo”.
Nella “buona e meno buona sorte” il cammino di M. Scolastica è stato un “inno alla vita”, con lo sguardo fisso alla meta dove con certezza vedeva lo Sposo che l’attendeva. La “brevità” della vita era il costante pungolo per sé, inculcato anche nelle sorelle, per dare il giusto peso ad ogni cosa e non smarrirsi o perdere tempo in ciò che non conta e svanisce.
A Roma nella Chiesa Gesù Maestro, il 24 marzo, la Famiglia Paolina si è radunata per la celebrazione dell’Eucaristica, presieduta dal Postulatore Generale, don Josè Antonio Perez, SSP, che nell’omelia ha richiamato, in sintonia con l’itinerario della Madre di Dio, il cammino di Madre Scolastica, nella molteplice luce del sì, del fidarsi, della disponibilità, del cuore aperto alla Parola, della gioia.

OMELIA DI DON J. A. PEREZ