SSP Spagna: + Fratel Matías Francisco Morán Pérez

by Stefano Stimamiglio, SSP on 07 September, 2020

Alle ore 22 del 4 settembre 2020 è deceduto a Madrid (Spagna) il nostro fratello Discepolo del Divin Maestro

FRATEL MATÍAS FRANCISCO MORÁN PÉREZ
76 anni di età, 62 di vita paolina e 56 di professione

Matías nasce il 17 novembre 1943 a Palacios de la Valduerna, nella comunità autonoma di Castiglia e León, da papà Ángel e mamma Francisca, che mettono al mondo cinque figli, tre maschi e due femmine. Matías è il quarto in ordine di apparizione sulla scena del mondo. Viene battezzato nella chiesa di Nuestra Señora de la Asunción dopo solo qualche giorno dalla sua nascita, come era consuetudine a quei tempi.

I suoi genitori, per una vita agricoltori a Palacios, quando i figli sono diventati grandi emigrano a Vizcaya, nei Paesi Baschi, per trovare lavoro nell’industria. Educato alla fede in famiglia, Matías riceve il sacramento della Cresima l’11 dicembre 1960 a San Fernando de Henares (Madrid), tre anni dopo essere entrato nella nostra comunità di Coslada (Madrid). Era il 10 ottobre 1957, infatti, quando varca la soglia della nostra antica comunità madrilena. Qui completa gli studi primari e alcune materie di scuola secondaria. Come la maggior parte dei Discepoli del Divin Maestro di allora, inizia ben presto a dedicarsi al lavoro manuale nell’apostolato, specialmente alle macchine tipografiche piane, dove in breve tempo acquista una notevole perizia.

Frequenta il noviziato biennale nella stessa comunità di Coslada (Madrid) a partire dal settembre del 1961. Professa i primi voti l’8 settembre 1963, assumendo il nome religioso di Francisco. Subito dopo viene trasferito nella comunità di Zalla, nei Paesi Baschi, non lontano da casa sua, dove vive intensi anni di formazione e apostolato, sempre in tipografia alle macchine piane. Emette, infine, la Professione perpetua l’8 settembre 1969 a Coslada (Madrid). Nei suoi anni di formazione, già addestrato a una vita sobria in famiglia, si fa apprezzare dai fratelli e dai formatori per la fedeltà alla vita di preghiera e la serietà con cui vive il consiglio evangelico della povertà.

L’apostolato paolino esercitato da fratel Matías è stato molto diversificato negli anni e svolto in comunità diverse. Dal 1969 al 1982 collabora ininterrottamente nel settore distribuzione delle pellicole 16 mm della San Paolo Film, prima a Bilbao (1969-1976), poi a Madrid (1976-1982). Successivamente lo troviamo per cinque anni nella comunità di Las Rozas (Madrid), dove si occupa della promozione del periodico Familia cristiana e, fino al 1995, a Madrid – Protasio Gómez (attuale Sede provin­ciale) nell’ufficio spedizioni sempre di Familia cristiana.

È venuto il tempo di cambiare apostolato e fratel Matías per tre anni viene trasferito nella comunità di Madrid – Resina (1995-1998), dove è impegnato nella costruzione del database clienti, settore marketing. Terminato questo incarico, seguono altri sei anni, fino al 2004, nel reparto distribuzione video a Madrid. Nel resto degli anni della sua vita apostolica continua a impegnarsi a fondo nella distribuzione di materiali audiovisivi e in numerosi servizi, che gli vengono richiesti e che svolge sempre fedel­mente e con impegno fino a quando, qualche anno fa, la sua salute inizia a peggiorare costringendolo su una sedia a rotelle.

Fratel Matías ha sempre mostrato un carattere forte e determinato, a volte forse un po’ impulsivo, ma sempre onesto e trasparente. Chiamava le cose per nome, “pane al pane e vino al vino”, senza alcuna ambiguità. Sempre generoso nei compiti apostolici che doveva svolgere, si è fatto apprezzare per essere stato un fratello sereno e collaborativo. Ha amato molto lo sport, in particolare il calcio e poi, da adulto, il tennis.

Ora che ha raggiunto la vita eterna, invochiamo la pace e la comunione che Gesù promette ai suoi. Vogliamo affidare alla sua intercessione la preparazione di tutti i Paolini all’XI Capitolo generale della Società San Paolo e il dono di nuove vocazioni paoline, specialmente di Discepoli del Divin Maestro.

 

Roma, 6 settembre 2020

Don Stefano Stimamiglio, ssp
Segretario generale


I resti mortali di fratel Matías, dopo la cremazione, verranno tumulati nel cimitero di Las Rozas (Madrid).

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITAESPENG

Read 155 times

 
  • Oct.22
    SSP Italia: + Don Pietro Lorenzo Linguanotto Alle ore 22 circa (ora locale) del 19 ottobre scorso è deceduto all’ospedale “Michele e Pietro Ferrero” di Verduno (Cuneo) il nostro fratello sacerdote DON PIETRO LORENZO LINGUANOTTO 87 anni di età, 74 di vita paolina, 66 di professione e 59 di sacerdozio Don Pietro soffriva da tempo di una cardiopatia genetica e di una incurabile calcificazione vertebrale, che ha causato una progressiva riduzione dell’afflusso di sangue al cervello con conseguenti e crescenti rischi di ischemia. Colpito proprio da un ictus cerebrale alcune settimane fa e ricoverato in una struttura ospedaliera vicino ad Alba, dopo qualche giorno di coma ha reso la sua anima a Dio. Nasce il 1° maggio 1933 a Campomolino di Gaiarine, in provincia di Treviso, in una famiglia molto religiosa, come certifica il suo parroco qualche giorno prima di entrare in Casa, il 12 settembre 1946. Pietro e sua sorella gemella Stella sono i primogeniti. Seguiranno altri due fratelli, Giuseppe e Luciano, e un’altra sorella, Luciana. Negli anni dell’infanzia e della prima gioventù frequenta attivamente l’Azione Cattolica ed è sempre presente alla Messa domenicale come “puer choralis” e ministrante. Lo accoglie la comunità paolina di Sacile (Pordenone), che verrà chiusa solo qualche anno più tardi per trasferirsi a Vicenza. Dopo la primissima formazione entra in noviziato a Roma. Qui l’8 settembre 1954 emette i primi voti, assumendo come nome di professione Lorenzo. Dopo gli anni di studio nella Città Eterna, l’8 settembre 1958 professa in perpetuo la sua consacrazione a Dio nella Società San Paolo. Il…
    Read 42 times
TOP