FSP Australia: + Sr M. Thecla Caruana

by Sr Anna Maria Parenzan on 30 Junio, 2020

Carissimi,

ci giunge notizia che alle ore 4 del mattino (ora locale australiana) presso la Casa “Cardinal Freeman Aged Care Facility”, ha concluso, come l’apostolo Paolo, la sua corsa la nostra sorella

CARUANA CARMEL sr M. THECLA
nata a Il Cairo (Egitto) il 4 novembre 1929

Di origine maltese, sr M. Thecla ha vissuto la fanciullezza in Egitto e la giovinezza in Australia. La sua esperienza era davvero multiculturale e multietnica: conosceva oltre alla lingua inglese, italiana e francese, quella maltese, araba e greca. È stata la prima vocazione australiana, essendo entrata in congregazione, a Sydney, il 30 novembre 1955, pochi mesi dopo l’arrivo, in quel vasto continente, delle prime sorelle accompagnate da Maestra Tecla e Don Alberione. Visse i tempi difficili degli inizi impegnandosi nella diffusione alle famiglie e nell’organizzazione delle “Mostre del Libro” nelle parrocchie e collettività. Alla sera, in un grande capannone appositamente costruito, prestava aiuto nella rilegatura e nella confezione dei libri che venivano stampati dai fratelli paolini. Un clima di sacrificio e di responsabilità al quale era abituata avendo lasciato la famiglia in età matura. Il distacco dalla mamma, deceduta qualche mese prima della sua partenza, era stato molto sofferto. Maestra Tecla che ebbe occasione di conoscerla prima della sua entrata in comunità, la seguì sempre con delicatezza materna, inviandole di tanto in tanto delle affettuose letterine d’incoraggiamento. Le scriveva nel gennaio 1956: «Il tuo sacrificio è stato grande. Coraggio! Il Signore ha preso con sé la tua mamma, preghiamo per lei. Ora vede le cose in modo diverso, è contenta e certamente ti aiuterà a diventare una santa paolina».

Nel 1957, sr M. Thecla giunse a Roma per il noviziato che concluse, con la prima professione, il 30 giugno 1958. Dopo qualche settimana era nuovamente a Sydney per proseguire l’impegno diffusivo e vocazionale e contribuire poi, nel 1962, alla fondazione della casa di Adelaide.  Cinque anni dopo era a Melbourne per dedicarsi alla diffusione. Nel 1972, a Sydney, fu chiamata presso il “Centro Cattolico Nazionale Radio TV” per collaborare, con un’altra sorella, nei lavori di segreteria, revisione e spedizione dei film e nastri magnetici radiofonici. Ebbe la possibilità, nel 1976, di una breve esperienza presso l’Agenzia San Paolo Film di Roma-Castro e al rientro in Australia si inserì nella comunità di Sydney con il compito della gestione del magazzino. Dal 1987 all’anno 2008, nella bella e fornita libreria di Sydney si impegnò per acquisire una vera professionalità nell’ambito librario, attenta alle necessità del territorio, della chiesa, delle famiglie fornendo sussidi adatti all’educazione cristiana, individuando insieme alle sorelle, modalità per raggiungere fasce più ampie di destinatari.

La salute sempre più fragile la costrinse, nell’anno 2008, a rimanere in casa per dedicarsi ad alcuni servizi domestici fino a quando, nel 2014, per l’insorgere di una demenza senile venne ospitata presso una casa d’accoglienza per anziani, vicina alla comunità di Sydney. Lo scorso 15 giugno è stata colpita da un ictus cerebrale dal quale non si è più ripresa.

In occasione dell’ammissione alla professione perpetua scriveva: «Voglio morire nella mia congregazione per essere un giorno ammessa al gaudio eterno con la mia Famiglia Paolina poiché il nostro appuntamento è lassù!...». Il Padre dei cieli adempia pienamente questo desiderio e Maestra Tecla l’accolga alla porta del paradiso come nella sua giovinezza, l’aveva accolta in congregazione.

A questa cara sorella che ha percorso tutta la storia della nostra presenza australiana, affidiamo la preghiera per le vocazioni perché possano germogliare numerose e aprire nuove strade per l’evangelizzazione di questo continente così variegato e ricco di tante sfide.

Con affetto.

sr Anna Maria Parenzan 

Roma, 30 giugno 2020. 


•  ITA •  ENG •  ESP  •  FRA  

 

Read 174 times

 
  • Ago.14
    SSP Filippine: Don Socrates Eustaquio Bernard Montealto Nelle prime ore del mattino del 14 agosto 2020 è morto a Pasay City (Filippine) il nostro fratello sacerdote DON SOCRATES EUSTAQUIO BERNARD MONTEALTO 69 anni di età, 57 di vita paolina, 48 di professione e 43 di ordinazione Don Socrates, o “Father Soc” come era comunemente conosciuto, soffriva dal 2011 di una grave patologia renale, che lo costringeva a frequenti sessioni di dialisi. Peggiorato già da qualche mese, nella notte fra il 13 e il 14 agosto una grave crisi lo ha costretto a un ricovero d’urgenza al San Juan de Dios Hospital di Pasay City, dove è giunto probabilmente già morto. Father Soc nasce a Iloilo City il 20 ottobre 1950 in una famiglia cattolica e molto numerosa, composta da dieci figli (di cui lui è l’ottavo), sei maschi e quattro femmine. Papà Eustaquio è avvocato, mamma Judith insegnante. Viene battezzato il 5 novembre 1950 nella Chiesa dell’Immacolata Concezione di Iloilo e riceve la Confermazione il 23 giugno 1966 nella St. Elizabeth Church di Jaro, tre anni dopo essere entrato in Congregazione. Il 10 giugno 1963, all’età di 13 anni, infatti, varca la soglia della comunità di Makati, dove inizia la sua formazione paolina. Dopo l’aspirantato e il postulato, nel giugno del 1971 entra in noviziato a Makati. Qui il 4 luglio 1972 emette la prima Professione religiosa, assumendo il nome di Bernard. Vive, poi, la Professione perpetua, sempre a Makati, quatto anni dopo, il 29 ottobre 1976. I formatori constatano nel corso degli anni una sua crescente…
    Read 21 times
TOP