FSP Stati Uniti: + Sr Maria Domenica Sabia

by Sr Anna Maria Parenzan on 24 Novembre, 2019

Carissimi,

ieri sera alle ore 22,10 (ora locale), presso il Centro Ebraico di Riabilitazione di Boston (Stati Uniti), è stata chiamata a partecipare “alla sorte dei santi nella luce”, la nostra sorella

SABIA DOMENICA Sr MARIA DOMENICA
nata a Ferrari di Serino (Avellino, Italia) il 20 aprile 1931

Possiamo immaginare che proprio nella solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo, Sr Domenica Sabia abbia accolto con grande gioia l’invito ad andare nella casa del Signore per essere colmata dalla sua pienezza e vivere per sempre nella sua intimità: era quanto il suo cuore aveva sempre desiderato.

Entrò in Congregazione nella casa di Napoli il 9 maggio 1948, a diciassette anni di età. Dopo un tempo di formazione e di esperienze apostoliche a Napoli, Roma, Reggio Emilia, visse a Roma il noviziato che concluse con la prima professione, il 19 marzo 1952.

Da giovane professa, si spese nella diffusione capillare a Campobasso, nella libreria a Nuoro, nell’assistenza alle sorelle ammalate, a Roma. Per alcuni anni prestò aiuto nei servizi comunitari a Grottaferrata e poi si dedicò, con amore ed entusiasmo, nella visita alle famiglie, scuole, collettività delle diocesi di Bari e di Matera per portare ovunque la “gioia del vangelo” insieme alla testimonianza della sua vita semplice e buona.

Nel 1966, partiva missionaria per gli Stati Uniti. L’attendeva una nuova cultura nella quale si è presto inserita donandosi con abnegazione nella libreria e nella “propaganda”, nelle comunità di Staten Island, San Francisco, New Orleans, Charleston.

Da oltre vent’anni, si trovava a Boston dove si è dedicata alla lavanderia e all’espletamento delle varie commissioni anche come autista. Ma soprattutto è stata chiamata a rappresentare presso le sorelle, la bontà e la benevolenza del Padre sempre provvidente. Tutte le mattine partiva con il suo vecchio pulmino e rientrava dopo qualche ora carica di frutta, verdura, gelati e ogni altro bene che molti commercianti elargivano a piene mani, con tanta prodigalità. La sua persona era autenticamente povera e questo attirava su di lei tante benedizioni del cielo: i negozianti, gli addetti ai grandi mercati, si sentivano ricambiati dalla sua benevolenza, dalla parola sempre portatrice di un messaggio evangelico, dal sorriso semplice. Sr M. Domenica aveva instaurato con ognuno un rapporto di amicizia: conosceva le famiglie, pregava secondo le loro intenzioni, ricambiava la generosità portando in dono qualche libro adatto, scriveva gli auguri in occasione delle festività. Il contatto con i benefattori era per lei un’occasione unica per evangelizzare e comunicare a tutti una parola colma di sapienza.

Anche in comunità Sr M. Domenica era una presenza gioiosa e generosa, perfino buffa, dalla battuta sempre pronta e arguta. Il suo idioma, davvero originale, era frutto di una sintesi armonica tra l’inglese e il napoletano e rivelava l’affetto alla sua terra e l’orgoglio di sentirsi ancora appartenente al proprio paese d’origine. In occasione della celebrazione di Halloween godeva nell’arricchire la festa indossando costumi multicolori che conservava con cura.

Dal 2012, risiedeva nella comunità di Boston denominata “Regina Apostolorum”, insieme alle sorelle più anziane e ammalate. Nel cuore continuava a sentirsi “propagandista”: ogni giorno inventava qualcosa per lasciare alle infermiere un messaggio evangelico che potesse esprimere la riconoscenza e avvicinare ogni persona a Dio. Ripeteva spesso: “Se Gesù viene, io sono pronta”. E il Signore è venuto in modo abbastanza imprevedibile: l’intervento chirurgico per la frattura dell’anca al quale è stata sottoposta circa due settimane fa, ha causato diverse complicazioni e, infine, la morte. Era davvero pronta per l’incontro definitivo, per andare finalmente a contemplare quel Volto che ora risplende per lei di una luce radiosa.

Con molto affetto.

Sr Anna Maria Parenzan

Roma, 24 novembre 2019
Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo.


•  ITA  •  ENG  •  ESP •  FRA

 

Read 384 times

 
  • Mag.23
    FSP Italia: + Sr Anna Luisa Corda Carissime sorelle, poco dopo la mezzanotte di questo sabato e nella vigilia della solennità dell’Ascensione, nel reparto San Raffaele della comunità di Albano, il Padre ha chiamato a sé per donarle gioia in pienezza, la nostra sorella CORDA UNDICILLA sr ANNA LUISAnata a Furtei (Cagliari) il 21 febbraio 1936 Entrò in congregazione nella casa di Cagliari il 20 agosto 1957, a ventun anni di età. Dopo la prima formazione, vissuta a Roma, venne ammessa al noviziato che concluse, con l’emissione dei primi voti, il 30 giugno 1961, solennità dell’apostolo Paolo. La sua vita paolina fu certamente segnata dalle parole profetiche pronunciate dal Fondatore nell’omelia di quella festosa celebrazione nella quale confermò il ruolo dell’apostolo Paolo come padre e ispiratore di tutta l’Istituzione. Con espressioni molto concrete, Don Alberione aveva entusiasmato quelle giovani sottolineando che il piedestallo su cui si ergeva il grande apostolo delle genti, era il loro stesso cuore. Sentendosi fino in fondo “paolina”, sr Anna Luisa percorse le strade e le vallate del Trentino organizzando esposizioni e mostre del libro nelle scuole, istituti, case di villeggiatura e collettività ma anche avvicinando, con umiltà e fervore, centinaia di famiglie per proporre la lettura del Vangelo, della Bibbia o di altri libri che potessero favorire la crescita spirituale e umana. Nel 1966, rientrò per qualche tempo a Roma per prepararsi alla professione perpetua e riprese poi la missione itinerante nelle diocesi di Vercelli, Sassari e Nuoro. Per alcuni anni, ebbe la possibilità di prestare aiuto nelle Agenzie “San Paolo Film”…
    Read 14 times
TOP